La coppa d’Africa dopo i quarti di finale

Troppo facile trovare una linea comune per analizzare i quarti di finale della coppa d’Africa, giocati tra sabato e domenica. Nel secondo turno, infatti, sono state eliminate in un colpo solo ben tre delle squadre favorite e soltanto in un caso il pronostico è stato rispettato. Con questi risultati, le due semifinali si prospettano molto interessanti, con la sensazione che i colpi ad effetto non siano finiti. Così come per il precedente turno, vi rammento il pronostico del sottoscritto fatto alla vigilia, affinché possiate spernacchiarmi oppure apprezzare l’onestà intellettuale.

Sudafrica – Mali

Nonostante il primo turno giocato con il freno a mano tirato, i padroni di casa del Sudafrica arrivavano con il pronostico tutto dalla loro parte, forte del fattore casa e della maggiore esperienza internazionale. Il Mali, da par suo, poteva dirsi sazio già dopo il passaggio del turno; e quando i Bafana Bafana hanno segnato il gol del vantaggio, la loro qualificazione sembrava ormai scontata. Invece, il Mali è riuscito a trovare il pareggio con Keita, portare la partita ai rigori e vincerla. Cilicio indosso ai sudafricani incapaci di gestire il vantaggio, ma abilissimi nello sbagliare 3 calci di rigore su 4.mali celebrate penalties story

Nigeria – Costa d’Avorio

Sulla strada degli Ivoriani oggi c’era la Nigeria, squadra giovane ed in forte crescita, che ha dominato, portando a casa la vittoria. Nigeriani superiori sul piano del gioco, su quello della volontà e dell’organizzazione tattica. Il passaggio del turno è stato quindi meritatissimo, bel al di là del risultato finale di 2-1.Drogba cries after AFCON quarter final La partita di oggi pomeriggio era l’ultima occasione per Drogba; considerato uno dei centravanti più forti di questa generazione aveva vinto tutto in carriera, o meglio quasi tutto. A mancare nel suo palmares era proprio la coppa d’Africa, attestato alla straordinaria carriera che ha avuto e che lo avrebbe anche certificato profeta in patria. Non avrà, probabilmente, un’ulteriore chance di colmare la lacuna.

Semifinale: Nigeria-Mali

Questa era la combinazione meno probabile tra le quattro possibili, sarà una bella partita, credo anche divertente e dove alla fine vinceranno i Nigeriani.

 Burkina Faso – Togo

In questo quarto di finale, il dio nella polvere è Adebayor, stella e bandiera di una nazionale accreditata per la vittoria finale da molti osservatori. Il suo Togo è caduto nei supplementari, sconfitto per 1-0 ma largamente dominato per tutta la partita. Jonathan Pitroipa  celebrates his goal against TogoIl Burkina Faso ha giocato, a mio giudizio, il miglior calcio del torneo, e l’ottima impressione che avevo avuto nel 4-0 all’Etiopia è stata confermata. Una squadra allenata da un belga, Paul Put, ma che mi ha ricordato il calcio dei maestri olandesi Hiddink e Van Gaal fatto di movimenti senza palla armonici e ripartenze fulminanti. Ha avuto giustamente la meglio di un Togo troppo individualista, la cui forza era anche la sua debolezza, ovvero un calcio basato esclusivamente sul suo elemento più rappresentativo. Strategia dimostratasi evidentemente non sufficiente.

Ghana – Capo Verde

L’ultimo quarto di finale è stato l’unico dove il pronostico è stato rispettato. Ghana troppo più forte degli esordienti di Capo Verde. Le stelle nere hanno portato a casa una convincente vittoria per 2-0, approfittando dell’eccessivo timore con cui gli avversari sono scesi in campo. Capo Verde, infatti, ha basato la sua partita sull’accortezza difensiva e sulle ripartenze. Una volta che il Ghana è andato in vantaggio non ha saputo prendere in mano l’inerzia della partita e ribaltare il risultato. Esce dal torneo assolutamente a testa alta per la determinazione e la generosità impiegata per cercare il pareggio. Il gol del 2-0, infatti, è arrivato nei minuti di recupero, quando anche il portiere era in area di rigore avversaria per cercare il gol che avrebbe significato supplementari.

Supporters of Ghana's national soccer team sing during the team's training session in Port Elizabeth

 Semifinale: Ghana – Burkina Faso

Sarà sicuramente una splendida semifinale: il Ghana parte favorita, sia per gli uomini in campo che per aver faticato meno nel quarto di finale; mentre il Burkina Faso mi ha davvero impressionato nel suo impianto di gioco. Dico Ghana alla fine, ma mi auguro Burkina Faso.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *